Susina

Susina

Teatro delle Marionette degli Accettella
spettacolo adatto a bambini dai 2 anni
da un’idea di Icaro Accettella
di e con Silvia Grande e Stefania Umana

sagome e oggetti di Aurora Buzzetti
luci di Roberto De Leon
Durata: 45 minuti circa

Tratto da “Susina” di Marguerite Fatus

C’era una volta un mattino e proprio quel mattino proprio quello là … Susina, una ragazzina che veste solo di viola, preparandosi per uscire, trova nella borsetta un piccolo seme: è l’inizio di un viaggio fantastico. Proprio quel mattino Susina incontra una gallina parlante e decide di donarle il piccolo seme, in cambio riceve un uovo, che a sua volta decide di regalare a una vecchina che vive proprio lì vicino. La vecchina la ringrazia con una bella mela rossa. Ma ecco che un corvo affamato, col suo gracchiare insistente, convince la bambina a cedergli il frutto. Ora Susina si aspetta un grande regalo dal corvo e non crede ai suoi occhi quando invece le viene lanciato un torsolo, per di più tutto smangiucchiato. Perde la pazienza e getta via quell’assurdo dono, ma forse non si era mai chiesta, una volta mangiato un frutto, dove andassero a finire i semi buttati via. Ed ecco infatti una bella sorpresa! Il viaggio continua, finché scende la sera e si fa ritorno a casa. È stata una bella giornata, il piccolo seme ha ancora una volta dato i suoi frutti, sarebbe proprio da rifare! Chissà da quel seme tutto può ricominciare.
Susina è una fantasticheria, un gioco di bambini attraverso il quale si intende raccontare la meraviglia della curiosità, il gusto della scoperta. Durante il suo viaggio Susina incontra molti personaggi a cui ogni volta fa un dono e da cui riceve sempre in cambio qualcosa che è l’evoluzione del suo dono: attraverso la condivisione, quindi, diventa possibile la trasformazione. Si crea così una catena di sorprese e scoperte. La storia di Susina è dunque la storia di una bambina che cresce, che si affaccia giorno dopo giorno alla vita, di cui quel piccolo seme, da cui tutto ha inizio, è simbolo premonitore.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*