Quadri sonori

In scena al Teatro Mongiovino il 24 novembre alle 18.00 (esaurita la recita delle 16.30) e il 25 novembre alle 12.15 (esaurita la recita delle 11.00)

Quadri sonori

Ideazione, drammaturgia e regia: Alessandro Accettella e Giuditta Santori
Con: Alessandro Accettella, Alessandra Cicogna, Raffaele Magrone, Giuditta Santori
montaggio video: Andrea Croci
Luci: Roberto De Leon
Tecnica: Teatro di marionette, videoproiezioni e musica dal vivo

20 ottobre 2018 ore 16.30, 21 ottobre 2018 ore 11.00
24 novembre 2018 ore 16.30, 25 novembre 2018 ore 11.00

dal 20 al 29 novembre alle 10.30 (per le scuole)

Quadri sonori è uno spettacolo interattivo di pittura e musica dedicato a bambini sia molto piccoli (versione baby) che un po’ più grandi,  accompagnati dai genitori. Sulla scena si muovono 3 musicisti e un marionettista. Il pubblico è sul palco dove può godere di un contatto diretto con la musica, gli strumenti, i pupazzi e le suggestioni create dalle video proiezioni e dalla scenografia. Le opere d’arte che prenderanno vita saranno quelle di: Van Gogh, Mirò, Mondrian. Magritte, De Chirico, Boccioni, Balla, Picasso, Klimt, Matisse. Questi autori ispireranno la musica, la scenografia, le proiezioni, il movimento degli oggetti e delle marionette. Il pubblico avrà la sensazione di vivere dentro il quadro, completamente assorbito da suggestioni visive e sonore che descrivono il momento artistico. Sarà possibile ascoltare un quadro e colorare la musica. Il pubblico di adulti e bambini parteciperà muovendosi e cantando senza parole, utilizzando le sillabe neutre. Nelle recite per le scuole gli insegnanti sono chiamati a partecipare attivamente allo spettacolo cantando e muovendosi; in questo modo, possono sostenere gli alunni nell’esplorazione e nella scoperta del mondo sonoro, visivo e artistico.
L’obiettivo è:
• vivere l’emozione del colore e della prospettiva da dentro l’opera.
• immergere il pubblico in un ambiente sonoro dove l’unico linguaggio con cui ci si esprime è quello della musica.
• stimolare la curiosità artistica.
• conoscere le molteplici modalità comunicative dell’espressione artistica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*