‘Eyes wide open’ vuol essere uno sguardo bene aperto su tutto il panorama italiano del teatro destinato ai più piccoli, per far loro sperimentare le prime forme di espressione, ma anche ai più grandi, per far loro superare i primi esami di spettatori teatrali che possano vedere nel teatro una lettura della loro realtà, un riconoscimento, un’identificazione.

Il programma delle famiglie è suddiviso in tre fasce d’interesse: quella della domenica mattina per i più piccoli, quella del sabato e della domenica pomeriggio, per tutti, e quella serale per i più grandi.

Una rassegna ricca di contaminazioni (arte, musica, teatro, danza, suoni, movimenti), uno spazio per provare sensazioni, per insegnare emozioni, un suggerimento di un viaggio attraverso i momenti della crescita dello spettatore-bambino, stimolato sin dai suoi primissimi anni, con la musica, i rumori, l’animazione e l’interazione teatrale, con un teatro fatto di colori e di gestualità, per poi arrivare a vivere quel momento magico che è l’incontro con l’attore e la sua storia, fino a diventare i piccoli grandi spettatori dello spettacolo drammaturgico e visuale.
La programmazione si compone di rappresentazioni di teatro d’attore, danza, video mapping, proiezioni, ombra, mimo, burattini, pupazzi, lavagna luminosa, che sono i nuovi e i vecchi linguaggi sapientemente miscelati all’interno di tutte le proposte in cartellone; in particolar modo la musica dal vivo e l’uso delle marionette a filo sono i linguaggi prevalenti essendo presenti nei concerti interattivi per i più piccoli di Halloween e Natale e ne ‘Il concerto di Cappuccetto’, spettacoli questi dove la Compagnia storica degli Accettella collabora con l’Associazione musicale Pirimpumpara, ma ancora nella nuova produzione sulla figura di Roald Dahl, in collaborazione con il cantautore Nico Maraja, e nello spettacolo concerto ‘I Musicanti di Brema’, realizzato dalla Compagnia emergente toscana Catalyst.

Si è pensato poi di varare la prima edizione del Premio Eyes Wide Open 2017 che permetterà di premiare, all’interno della rassegna, il miglior spettacolo per bambini e ragazzi, ma anche la migliore regia, la migliore drammaturgia, i migliori attori. I giurati saranno di diverse età e saranno coinvolti anche insegnanti ed educatori per l’infanzia interessati ad approfondire il teatro dei bambini e dei ragazzi. I giurati dovranno analizzare, criticare, giudicare per dare una votazione che porterà ad una classifica finale. I componenti delle giurie potranno partecipare gratuitamente a tutti gli spettacoli e saranno preparati e seguiti da un esperto per poter vedere, applaudire ed apprezzare uno spettacolo in tutti i suoi aspetti.

E adesso mancate solo voi … Voi bambini …Voi ragazzi …. Voi mamme … Voi papà … Voi nonni … perché senza i più grandi attori del nostro teatro, che siete Voi, lo spettacolo non può cominciare …..

Francesca e Giulio Accettella