Infanzia e Primaria

SECONDA FASCIA: Scuola dell’infanzia e primaria I° ciclo

 

PATATIPATATRAK – Suite per bolle di sapone – Dal 5 al 9 novembre 2018

Nel suo decennale la Compagnia Ribolle porta in scena questo nuovo lavoro, come sempre ricco di bolle di sapone, danze e musica, uno spettacolo all’insegna del gioco teatrale, delle coreografie e delle abilità insuperabili nel creare bolle di sapone di ogni forma e dimensione. Saranno in scena Maria Grazia Fiore e Maurizio Muzzi che vestiranno i loro personaggi più sorprendenti e divertenti, in una successione di gag clownerie e coreografie che coinvolgeranno tutto il pubblico in un racconto visivo e gestuale, la musica sarà eseguita dal vivo da Marco Fagioli e da Michelangelo Ricci, che firma la anche la regia, i quattro interagiranno sulla scena disegnata come un teatrino d’altri tempi, dove le bolle di sapone diventeranno sorprendenti compagne di viaggio e “riuscite” magie.

 

CAPPUCCETTO BLUES – 19 novembre 2018

Due bluesman, due musicisti girovaghi, un po’ straccioni e un po’ poeti. Ricordano I bei tempi andati, quelli del vecchio zio George. Il grande George “Howling” Wolf, artista trasformista, in grado di camuffarsi in men che non si dica nei modi più impensati: bambina, vecchietta… Purtroppo finito male. Incidente di caccia. Ricordando i bei tempi cantano le loro arie preferite: la canzone della frittella, la ballata della nonna malata, il blues del cacciatore triste. Chissà se ancora una volta passerà di qui la bambina dalla rossa mantellina? Chissà se questa volta l’arte dell’inganno darà I suoi frutti? Chissà come placare questa fame da lupi?

 

QUADRI SONORI – Dal 19 al 29 novembre 2018

Un progetto multisensoriale che vede protagonisti l’arte, la musica e i bambini. Dai cubisti ai surrealisti, dall’impressionismo ai classici. Le opere d’arte ispireranno la musica, la scenografia, le luci, il movimento degli oggetti e delle marionette. Il pubblico avrà la sensazione di vivere dentro il quadro, completamente assorbito da suggestioni visive e sonore che descriveranno il momento artistico. L’arte prenderà vita con suoni e colori, sarà possibile ascoltare un quadro e colorare la musica.

 

THE MISSING PIECE – Il pezzettino mancante – Dal 14 al 18 gennaio 2019

C’era una volta un cerchio che proprio cerchio tutto tondo non era. Viveva in un paese di cerchi…ma lui si sentiva diverso. A lui mancava un pezzettino. E così un giorno prese coraggio e decise di partire per un lungo viaggio alla ricerca del suo pezzettino mancante. Incontrò un lungo serpente, uno strampalato spaventapasseri, un bacarozzo nero, una delicata farfalla e un gufo con grandi occhi. Ma nessuno si curò di lui ed allora, stremato dal viaggio si addormentò sotto la luna. Fece un sogno bellissimo … sognò di essere riempito dalla soffice neve e riscaldato da un tiepido sole, di essere bagnato dalla pioggia e sbattuto di qua’ e di là dalle onde del mare. Ma il sogno durò poco…e come spaventato dallo scoppio di un palloncino – Boom!!… si svegliò di colpo…e riprese il suo viaggio alla ricerca del pezzettino che lo completasse. Poi, un giorno, arrivò nel paese degli angolini e dei pezzettini. Vuoi vedere che…

 

STORIE IN SOFFITTA – Dal 4 all’8 febbraio 2019

Due fratelli decidono di andare di andare in soffitta ad aprire un baule dove il nonno custodisce un diario su cui ha scritto le storie da raccontare ai suoi nipotini; la vista però di oggetti vari e sparsi, scatena la fantasia dei due, che tornano improvvisamente bambini, e che cominciano a raccontarsi delle nuove storie. Un ombrellino triste che restava sempre chiuso perché nel Paese dove viveva non pioveva mai … una forchetta lucida lucida, con i denti d’argento, le altre posate l’ammiravano, alcune la volevano in sposa, ma lei aspettava di incontrare il vero amore …  una palla, che per sbaglio una principessa maldestra lasciò cadere in uno stagno dove viveva un ranocchio … un gomitolo di lana magico che un giorno indicò ad una bambina la strada per tornare a casa da lungo un viaggio …

 

IL GATTO CON GLI STIVALI – 18 febbraio 2019

La storia è nota: un mugnaio, ormai vecchio, decide di lasciare mulino e asino ai due figli maggiori, e al più piccolo, non avendo altro, lascia il gatto che si rivelerà subito un gatto molto speciale perché capisce, parla e ragiona. Eccome se ragiona! Chiede subito al suo padroncino un sacco di farina vuoto – beh, al mulino ce ne sono tanti! – e un paio di stivali. Per farne cosa?  Il giovane mugnaio decide di fidarsi del gatto e si ritroverà proprietario di un castello e sposo di una principessa! I due artisti in scena, alternando i ruoli di attori, narratori e animatori, rappresentano la storia in modo dolce e delicato, con semplicità, efficacia e situazioni comiche, punteggiate di piccole gag e momenti di stupore.

 

I TRE PORCELLINI – Dal 4 al 15 marzo 2019

Per difendersi dal lupo malvagio il porcellino più piccolo costruisce una cassetta con la paglia e il mediano con la legna: entrambi ergono i loro rifugi in fretta, in modo da poter rimanere più tempo possibile per dedicarsi ai giochi. Pagheranno la loro superficialità quando il lupo, distruggendo le case in un sol soffio, se li mangerà avidamente. Il fratellino più grande invece, con fare saggio e prevedendo la pericolosità e l’astuzia del lupo, costruisce una solida casa di mattoni e, alla fine riesce a sconfiggerlo. I tre porcellini insegna in modo molto divertente e drammatico, soprattutto rivolgendosi ai bambini più piccoli, che non bisogna essere pigri e prendercela comoda, potrebbe essere molto pericoloso: il senso della storia è di far capire che la sopravvivenza dipende da un lavoro unito alla capacità di essere previdenti.

 

IL PIU’ FURBO – 25 marzo 2019

Nel folto del bosco un grande e cattivo Lupo affamato incontra la piccola Cappuccetto Rosso e subito elabora (dopotutto lui è il più furbo) un diabolico piano per mangiarsela. Senza esitazioni, lo mette in pratica. Mentre si avvicina alla casa della nonna, pregusta già il pranzetto: sarà uno scherzo da ragazzi divorarsele entrambe… Sembra l’inizio della favola che tutti conosciamo, almeno finché il Lupo (che si crede davvero il più furbo), non infila la rosa camicia da notte della nonna con tanto di cuffietta d’ordinanza, ed esce di casa… rimanendo chiuso fuori! Così conciato e in attesa di elaborare un nuovo, geniale piano, al Lupo (che ancora si crede il più furbo), non rimane che nascondersi nel bosco.

 

PINOCCHIO IN PINOCCHIO – Dall’1 al 5 aprile 2019

Pinocchio, il celebre e centenario “burattino” di Collodi, è un pozzo di significati. E’ come se un Pinocchio stesse dentro un altro, ed un altro dentro un altro ancora; ogni giorno ne viene fuori uno diverso, quante sono le chiavi di lettura. Da qui uno spettacolo almeno “doppio”, uno tutto “dentro” ed uno tutto “fuori”: uno fatto di falegnami, di botteghe, di viuzze, di paese, di compagni di scuola ……, insomma, tutto cose …. ed un altro fatto di parrucche gialle, di ombre parlanti, di fuochi, di barbacce nere, di campi miracolosi, di casine di cristallo, di bocche spropositate, di pescicane ……., insomma, tutto simboli e segni.

 

VALENTINA VUOLE – 8 aprile 2019

Questa è la storia semplice di una bambina. Che è anche una principessa. Lei ha tutto. Vive in un posto sicuro, dove non manca niente. Ma è sempre arrabbiata e urla, urla sempre, perché tutto vuole sempre di più. Valentina Vuole. Forse le manca qualcosa. Ma cosa non sa. E i grandi? Sembrano non capire. A volte la cosa più importante è anche la più difficile da vedere e da trovare. E per farlo Valentina dovrà cercare nel mondo, perché è lì che bisogna andare per diventare grandi. VALENTINA VUOLE è favola di desideri e sogni. Vizi, capricci e regole. E del coraggio che i piccoli e i loro grandi devono avere per poter crescere. Una storia di gabbie che non servono a niente, di frulli di vento e di libertà.

 

L’OCHINA E LA VOLPE – Dal 16 al 18 aprile 2019

È una fiaba popolare di sapore antico tutta intessuta di semplicità e di praticità ma densa di significati e ricca di immagini. È la storia di un’oca che fa le uova e di una volpe rossa che gliele ruba. È la storia di un fabbro ferraio che costruisce per l’oca una casetta di ferro. È la storia di una volpe ghiotta e furba che si maschera da pulcino e da pesce, per ingannare l’oca. È la storia di un ochino che nasce d’autunno dall’uovo più caldo e liscio, mentre cadono le foglie. È la storia di una, due, tre zucche che nascondono un ochino. È la storia di una nevicata. È la storia di un’oca e di una volpe che fanno la pace perché finalmente si sono parlate e spiegate.

 

Modalità di prenotazione e pagamento

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*