Scene straordinarie di una vita quotidiana

In scena nel giardino del Teatro Mongiovino sabato 26 settembre alle 11.00

spettacolo di guarattelle napoletane di Anemarte

Le tradizioni, per sopravvivere, mutano forma pur rimanendo e stesse. L’antico spettacolo delle guarattelle, tramandato di bocca in bocca dal 1500 è arrivato fin qui a dimostrare la sua eternità e universalità. Pulcinella è una sorta di “eroe del quotidiano” che, piuttosto che andare in contro ai pericoli come accade per gli eroi delle favole, si trova ad affrontare percolo che gli piovono dal cielo. Così, a disturbare la sua quiete si susseguono sulla ribalta una serie di personaggi, che simboleggiano archetipi universali della vita umana, come il potere, la religione, l’amore la morte. Pulcinella, furbo e fesso, astuto e ingenuo, riesce a fronteggiare dal cane alla guappo, la guardia e persino la morte.
La musicalità nei movimenti dei burattini è una componente fondamentale dello stile delle guarattelle, che rendono l’azione viva e ritmata.
Come da tradizione, segue l’usanza di finire lo spettacolo con musica della tradizione popolare napoletana