Pulcinella e mamma Africa

In scena nel giardino del Teatro Mongiovino domenica 27 settembre alle 18.30

spettacolo di guarattelle di e con Bruno Leone musiche di Ibrahim Drabo

Pulcinella ha mezza faccia bianca e mezza faccia nera, forse metà è nato in Africa e metà ad Acerra. Lo spettacolo è un omaggio all’Africa e termina con un breve comizio di Pulcinella sul tema della solidarietà, dove ci rivela l’arma segreta per sconfiggere il male della discordia e far trionfare l’accoglienza. Appaiono in scena i burattini con un Pulcinella africano che lotta contro il guappo Presidente Botha, sostenitore dell’Apartheid. Dopo aver sconfitto Botha e la Morte, Pulcinella viene condannato a morte dalla Legge. Riuscirà a sconfiggere il boia e sposare la sua Teresina africana e così nasceranno Pulcinellini di tutte le razze del mondo. Pulcinella ci darà l’arma segreta per sconfiggere il male della discordia e far trionfare l’accoglienza. Interpreti dello spettacolo sono Bruno Leone che con le sue guarattelle è stato spesso in zone di conflitto e di sofferenza, Palestina, Libano, Chapas, Sahara, villaggi poveri dell’India, quartieri periferici, carceri, manicomi. Ibrahim Drabo, musicista polistrumentista, nato a Bobo-Dioulasso nel Burkina Faso, con la sua voce e i suoi ritmi ci trasporta nel mondo magico dell’Africa.“…O zappatore nun sa scorda a mamma…”