Kanu

In scena al Teatro Mongiovino il 19 gennaio alle 16.30

Kanu

SPETTACOLO VINCITORE IN-BOX DAL VIVO 2019

 

con Bintou Ouattara

 

musiche dal vivo a cura di Ousmane Coulibaly (kora, gangan, voce) e Mamadeni Coulibaly (bara, calebasse, voce)

 

in collaborazione con Kadi Coulibaly

 

diretti da Filippo Ughi

 

foto di Santina Bonfanti

 

durata 45′

adatto dai 4 anni

 

KANU (amore in lingua bambarà) è uno spettacolo di narrazione con musica dal vivo, tratto da un racconto africano.

Dauda Diabate e Kady Coulibaly, griot del Burkina Faso, accompagnano il racconto con kora, gangan, bara e calebasse. Il ricordo dei cantastorie d’africa, custodi delle tradizioni orali e depositari della memoria di intere civiltà, diventa uno spettacolo originale, brillante, con tratti di fine umorismo e paradossale comicità.

 

Kanu è la trasposizione teatrale di un racconto, di un immaginario simbolico e di una sensibilità poetica legata a una cultura antica e misteriosa, dove il destino dell’uomo si compie in simbiosi con le forze della natura e il potere occulto della parola. Una cultura di cui sappiamo pochissimo, che oggi bussa alle nostre porte con la sua disperata vitalità, la sua voglia di raccontarsi, il suo orgoglio e la sua eleganza.

 

 

STAMPA

Bintou Ouattara racconta una storia, una favola emblematica nei suoi contenuti sociali, affidando il suo evento ad una gestualità ammaliatrice, a movimenti sinuosi, a ritmi incalzanti, alla creatività fantastica di trasformarsi nei diversi personaggi del racconto, al canto, alla danza tipica della cultura africana, per offrirsi, rapportarsi ad un folto pubblico variegato, in cui erano presenti diverse etnie, persone che vanno da fanciulli ad adulti, con una massiccia presenza femminile.

Una rappresentazione di un teatro narrato in uno spazio teatrale incastonato in un insieme di attività che vanno dal commercio di prodotti artigianali del popolo del Mediterraneo, a cibi, a bevande, un brusio di vita, che gli artisti africani di Kanu hanno integrato e fatto proprio, dando alto e altro significato alla parola teatro.

(Mario Mattia Giorgietti SIPARIO in occasione del SuqFestival di Genova 2018)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*