IL SOLDATINO DI STAGNO

In scena al Teatro Mongiovino il 6 e il 7 novembre alle 16.30

La storia la conosciamo tutti: lui, un soldatino di stagno senza una gamba e lei, una splendida ballerina del carillon. Tra di loro c’è un grande sentimento nato intorno al “castello di carta” che si trovava dentro la
stanza da gioco di un bimbo: Il piccolo Stanis, narratore, oggi adulto della nostra avventura, accompagnato dal silenzioso e misterioso Musicista Italiano.
L’”Amore” è il vero protagonista della nostra storia: quello del Soldatino e la Ballerina (messo in pericolo da troll, ragazzacci di strada, un enorme pesce, topi e tombini) e quello del nostro Stanis che gira il mondo in
cerca della sua fidanzata Catrina, dispersa chissà dove. Un originale adattamento della fiaba del Soldatino di Stagno di Hans Christian Andersen ispirato alle atmosfere dello Schiaccianoci di Ciajkovskij, narrato con
ritmo, ironia, vitalità e musica dal vivo. Il risultato è uno spettacolo divertente ed emozionante che racconta una di quelle storie indimenticabili che parlano d’amore, di diversità, di coraggio e quindi raccontano la vita, con le sue ombre e luci e le sue trasformazioni che , a volte, succedono… e basta, senza drammi. Poiché nulla finisce, ma tutto si trasforma.

COMPAGNIA NATA in coproduzione con Stivalaccio Teatro
Testo e regia: Marco Zoppello
Con: Giorgio Castagna e Lorenzo Bachini
Musiche dal vivo: Lorenzo Bachini
Scenografie: Mirco Zoppello
Luci: Federico Tabella
Genere: Teatro d’attore, oggetti e musica dal vivo
Età consigliata: dai 4 agli 11 anni