Il fagotto stregato

In scena al Teatro Mongiovino il 17 novembre alle 16.30

Compagnia “Pulcinellarte”
diretta da Manuel Pernazza
PRESENTA

IL FAGOTTO STREGATO

Le guarattelle di Pulcinella

Dalla seconda metà del 1500 nascono a Napoli “le guarattelle” spettacoli di burattini unici e dinamici. Pulcinella è il protagonista delle diverse storie e si batte per far trionfare il bene. Lo spettacolo è di poche parole, l’importanza e l’universalità di questa forma d’arte è data dalla gestualità, dall’azione scenica, dalla dinamicità e musicalità. Per tale motivo le guarattelle sono famose in tutto il mondo, avendo un linguaggio universale. Lo spettacolo è arricchito da parti recitate (ad attori) di commedia dell’arte, giochi di illusionismo (micro e macro magia, 8ring, buugeng, sfera contact) e musiche dal vivo curate dal gruppo musicale popolare (Manuel Pernazza tammorra e tamburello e Alessia Luongo voce chitarra e dulcimer).

PRESENTAZIONE DELLO SPETTACOLO

Le guarattelle Napoletane sono un’antichissima forma d’arte di Teatro di figura ; Pulcinella è il protagonista delle diverse storie e si batte per far trionfare il bene. Lo spettacolo è di poche parole, l’importanza e l’universalità di questa forma d’arte è data dalla gestualità, dall’azione scenica, dalla dinamicità e musicalità. Manuel Pernazza, ambasciatore del museo di Pulcinella di Acerra è il più giovane guarattellaro d’italia e nel corso della sua carriera artistica ha ampliato la tecnica di questo spettacolo, aggiungendo elementi di Teatro comico e musica popolare. La specialità di questo spettacolo è la voce di Pulcinella, unica al mondo e magica per il suo suono universale. Lo spettacolo è un canovaccio tradizionale del 1500 rivisitato e aggiornato dagli artisti Manuel Pernazza e Alessia Luongo.

Le Guarattelle di Manuel Pernazza hanno partecipato a diversi festival e manifestazioni culturali, tra cui : Figuratevi di essere bambini (Perugia) – Arrivano dal Mare (Cervia) – Pulcinella film festival (Acerra) – Comed’arte (Roma) e Carnevale Romano. Vista l’originalità di questo spettacolo, Manuel Pernazza è stato spesso intervistato per la sua attività e storia artista, alcuni canali che hanno ospitato quest’arte sono : Tv2000, Roma uno (uno mattina), Rai tre (trebisonda) e Italia uno (studio aperto).
Il fagotto stregato è un tradizionale canovaccio , in cui Pulcinella e un suo compare trovano un fagotto, lo aprono e all’interno ne trovano un diavolo il quale armato di bastone le suonerà a Pulcinella e al suo compare. Numerosi guai accadono e Pulcinella dovrà affrontare guappi, guardie, cani feroci e addirittura il diavolo e la morte!

Autore : Anonimo tradizionale
Regia : Manuel Pernazza
Cast : Manuel Pernazza e Alessia Luongo
Genere : Teatro di figura
Fascia d’età : tutte
Durata : 60’ minuti

 

CHE COS’E’ PULCINELLARTE ?

“Pulcinellarte” nasce con lo scopo di riproporre l’antica tradizione napoletana, in particolare soffermandosi sulla Commedia dell’Arte. Capocomico e fondatore Manuel Pernazza, interprete della maschera di Pulcinella. La compagnia propone diverse tipologie di spettacolo : le Guarattelle (teatro dei burattini), commedia dell’arte, musica popolare (Tammorr’’e rose), illusionismo e il cunto. Gli spettacoli sono composti da due artisti (Manuel Pernazza e Alessia Luongo), possono essere rappresentati in ogni luogo (teatri, piazze, giardini, cortili, sale etc. ) e adatti a qualsiasi fascia d’età. Possono avere diverse durate, a seconda dell’esigenza richiesta.

MANUEL PERNAZZA
Nasce a Roma il 12 Agosto 1999. Fin da piccolo si appassiona al teatro dei burattini di Carlo Piantadosi, al Gianicolo. Nel 2004 debutta con il suo primo spettacolo al teatro San Carlino a Villa Borghese, durante la manifestazione “Bim bim burattin”. Avendo iniziato la sua carriere da giovanissimo, è stato definito il più giovane burattinaio e Pulcinella d’Italia. Nel 2010 gli hanno conferito il premio “Anima” dal Comune di Roma. Sempre nel 2010 è stato nominato “Ambasciatore del Museo di Pulcinella” di Acerra. Ha studiato con Carlo Boso, Gabriele Guarino, Claudio De Simone, Roberto De Simone e Nando Citarella.

ALESSIA LUONGO
Nasce ad Avellino il 13 febbraio 1992. Inizia il suo percorso artistico a 11 anni in un’Accademia di musica di canto lirico, moderno e chitarra classica. Successivamente, trasferitasi a Roma, inizia uno studio sulla voce presso l’Accademia RadioTelevisiva Art e lavora in diverse webradio, in qualità di speaker e autrice. Si diploma presso la Scuola di EsoTeatro diretta dal regista Vania Castelfranchi, specializzandosi nel teatro antropologico. Coltiva contemporaneamente alcune tecniche artistiche: l’illusionismo (micro e macro magia, giocoleria visuale),il canto, strumenti a corda, entra in diverse compagnie. Studia col maestro Nando Citarella e approfondisce lo studio della commedia dell’arte col maestro, collega, compagno Manuel Pernazza

1 Trackback / Pingback

  1. Cosa fare a Roma con i bambini nel fine settimana, da 3 a 6 anni | Roma03

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*